La citta’ messa a fuoco

Via Cherubini, Milano, 2011La città messa a fuoco. Rappresentazioni e narrazioni delle dinamiche urbane
Convegno di studi
Università degli studi di Milano, Piazza Montanelli 1, Sesto San Giovanni
18 novembre 2015, ore 14.30-18.30

Negli anni del cosiddetto “miracolo economico”, il legame di Milano con il suo territorio ha assunto una nuova configurazione, sulla spinta della crescita e di un travolgente processo che ha saldato gli antichi centri in un continuum urbano. Si sono definiti allora gli assi di quella che è ormai convenzione chiamare “città diffusa” o “città infinita”. Si tratta di un processo che la metamorfosi sociale e produttiva degli ultimi decenni e la progressiva trasformazione da città industriale a centro di servizi, hanno finito per rendere ancora più evidente. Il seminario intende ricostruire e commentare i presupposti sociali e territoriali di questo fenomeno, a partire da una ricerca in corso basata sul ricchissimo archivio fotografico della redazione milanese del quotidiano “L’Unità”, conservato dalla Fondazione Isec di Sesto San Giovanni.

Programma

IMMAGINI e RAPPRESENTAZIONI

Ore 14.30-16.30
Presiede Roberta Garruccio, Università degli Studi di Milano
– Dino Gavinelli, geografo, Università di Milano e AIIG Milano
– Uliano Lucas, fotografo
– Silvia Botti, direttore della rivista Abitare
– Daniele Villa, studioso di rappresentazione urbana, Politecnico di Milano
– Giorgio Bigatti, storico economico, Università Bocconi e direttore della Fondazione ISEC

NARRAZIONI e RESTITUZIONI

Ore 16.30-18.30
Presiede Gianni Turchetta, Università degli Studi di Milano
– Gianni Biondillo, scrittore e architetto
– Nicoletta Vallorani, anglista, Università di Milano
– Luca Daino, italianista, Università di Milano
– Davide Papotti, geografo, Università di Parma e AIIG Emilia Romagna
– Giacomo Zanolin, geografo, Università di Milano e AIIG Milano