Dentro il lavoro

Dentro il lavoro.
L’Ilva di Taranto, 1980
Iseo Serrature, 2019

Museo dell’energia idroelettrica di Cedegolo
Dal 14 maggio al 25 settembre

Inaugurazione sabato 14 maggio, ore 17:00

 

Il lavoro di ieri e di oggi nello sguardo di Uliano Lucas

Uliano Lucas ha raccontato per quasi cinquant’anni le realtà del lavoro, in Italia e all’estero, considerandola la prospettiva privilegiata per comprendere un Paese, la sua economia, la sua cultura, il grado della sua civiltà. Il percorso espositivo propone due momenti di questa lunga indagine “dentro il lavoro”: un reportage realizzato nel 1980 all’interno dell’Ilva di Taranto (al tempo Italsider) e un racconto sull’industria Iseo Serrature, del 2019.
Ne emerge un viaggio attraverso gli spazi della fabbrica e quanti, uomini e donne, in quegli spazi lavorano, tra continuità e trasformazioni.

 

______________

DENTRO IL LAVORO
L’ILVA DI TARANTO, 1980

Uliano Lucas entra nell’acciaieria su invito del consiglio di fabbrica FLM nel 1980, in un’epoca in cui era ancora salda l’idea che lo sviluppo del Sud dovesse passare dalla sua industrializzazione, ma iniziava al contempo ad emergere la consapevolezza dei danni sul territorio e sulla salute che essa comportava. Si muove negli ambienti fumosi delle fonderie, fra i possenti macchinari dell’industria pesante e racconta il lavoro all’altoforno, la vita dentro l’acciaieria, la fatica e la socialità tra gli operai, la vastità degli impianti e la loro violenza sul territorio, con le ciminiere e i fumi che si stagliano tra il mare e gli ulivi. Il pensiero va alle atmosfere della fotografia industriale del Novecento, di autori come Andreas Feininger, Margaret Bourke-White, Eugene Smith, Bill Brandt, ma Lucas la reinterpreta e la prosaicizza, mettendo al centro del suo racconto non tanto la potenza dell’industria, bensì l’uomo e facendo così emergere tutte le contraddizioni tra il tema dello sviluppo industriale e quello delle condizioni di vita e della tutela della salute del lavoratore.

DENTRO IL LAVORO
ISEO SERRATURE, 2019

Il reportage su Iseo Serrature nasce in un contesto totalmente diverso da quello sull’Ilva, racconta i luoghi di lavoro, il sistema della produzione di un’industria all’avanguardia nel settore metallurgico, nel nuovo millennio. Eppure lo sguardo di Uliano Lucas rimane per molti versi lo stesso. È uno sguardo concentrato sulla competenza, l’impegno, la fatica, la socialità dell’uomo al lavoro.
Invitato da Iseo Serrature a realizzare un libro per i cinquant’anni dalla fondazione dell’impresa, Lucas ci restituisce la realtà degli ambienti, la modernità dei macchinari, il fascino delle nuove tecnologie che entrano nel sistema di produzione, ma si ferma soprattutto sui gesti esperti delle maestranze, sui volti assorti, davanti a un computer o in un compito di precisione. Abbandona una rappresentazione imperniata sulla macchina, per dare voce al quotidiano impegno dei lavoratori. Racconta il lavoro come responsabilità e conoscenza, come occasione di realizzazione personale e affermazione di sé e pone quindi il tema del ruolo sociale dell’impresa, della necessità che questo lavoro sia tutelato e valorizzato. Nelle sue fotografie non c’è mai l’uomo-robot schiavo della macchina, né la rappresentazione retorica della massa indistinta dei lavoratori, ci sono gli individui con la loro storia che chiedono una cultura del lavoro attenta ai loro diritti, alla loro vita, alla loro dignità.

Roberto Orlando, “Uliano Lucas, contrasto e essenza”